Le Notizie di Confartigianato Como

Informazioni per le imprese S.O.S. Covid-19    Benessere

RESTRIZIONI COVID-19: LE ULTIME NOVITA’ PER ACCONCIATORI ED ESTETISTE

Il susseguirsi di provvedimenti e ordinanze di carattere nazionale e regionale finalizzate al contenimento del contagio da Covid-19, interessano particolarmente il settore benessere.

Per maggiore chiarezza, riteniamo utile indicare di seguito le procedure da seguire:

 

DPCM 2 MARZO 2021 – in vigore dal 6 marzo e fino al 6 aprile 2021

Il Decreto del Presidente del Consiglio dispone all’ art. 47  la sospensione, nelle zone rosse, delle attività inerenti ai servizi alla persona, diverse da quelle individuate nell`allegato 24, escludendo l’attività di “Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere” precedentemente prevista nello stesso allegato 24 al DPCM dello scorso 3 novembre 2020.

Per effetto di tale disposizione, pertanto, anche i saloni di acconciatura – oltre ai centri estetici - operanti nelle zone rosse devono restare chiusi.

 

ORDINANZA N. 714 REGIONE LOMBARDIA in vigore dal 5 marzo al 14 marzo 2021

Con riferimento alle zone arancioni e arancione rafforzato, il comma 2 dell’art. 34 conferma il divieto di ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessita` o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune. In ragione di ciò il cliente potrà recarsi presso un acconciatore o un estetista in un altro comune solo se nel proprio tale servizio non sia presente.

 

ATTIVITA’ SVOLTE NEI CENTRI COMMERCIALI DURANTE IL FINE SETTIMANA

Infine, per quanto riguarda lo svolgimento delle attività nei centri commerciali durante il fine settimana, l’art. 26, comma 2, ha previsto in modo esplicito che in aggiunta a farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie, le uniche attività consentite sono quelle di lavanderie e tintorie.

Tale puntualizzazione conferma che tutte le altre attività di servizi alla persona ubicate nei centri commerciali, comprese quelle di acconciatori ed estetisti, sia nelle zone gialle che arancioni che rosse, dovranno restare chiuse nel fine settimana.

 

Pur ritenendo prioritaria la tutela della salute pubblica, a seguito delle recenti normative emanate, Confartigianato sta continuando in modo incessante la propria azione sindacale al fine di tutelare le aziende appartenenti al settore benessere che, in questa situazione oltremodo penalizzante, rischiano di essere ancor più danneggiati da soggetti abusivi che operano nell’ombra non rispettando le restrizioni vigenti.



Print Friendly and PDF