Le Notizie di Confartigianato Como

Informazioni per le imprese S.O.S. Covid-19    Notizia generale

CAMERA DI COMMERCIO COMO E LECCO. L’ANALISI CONGIUNTURALE DEL 4o TRIMESTRE 2020
Artigianato comasco ancora in sofferenza

Con questa congiuntura – sottolinea il Presidente della Camera di Commercio di Como e di Lecco Marco Galimberti - archiviamo un 2020 che è stato davvero difficile per il tessuto economico lariano. Ci auguriamo che l`emergenza rientri presto e permetta alle nostre imprese di esprimere tutto il loro potenziale.
Come ci aspettavamo, i servizi hanno sofferto: il loro volume d`affari è calato di circa 15 punti percentuali. Produzione, ordini e fatturato delle imprese artigiane hanno registrato riduzioni intorno ai 10 punti percentuali. 

L’export è stato un fattore importante per un calo minore rispetto a chi opera prevalentemente su mercati interni - come quello artigiano - e questo segnale fa supporre che i mercati interni di altri Paesi, comunque colpiti dalla pandemia, hanno saputo reagire e ripartire in maniera più efficace.
Questi dati mostrano in maniera più marcata le differenti vocazioni delle due province. Nel 4° trimestre 2020 Lecco ha fatto registrare la miglior performance regionale con riferimento alla produzione industriale, mentre Como ha scontato il significativo rallentamento del settore tessile. Lo stesso andamento polarizzato si nota nel commercio che nell`area comasca sembra più legato ai flussi turistici, in questo momento praticamente fermi.
La Camera di Commercio continuerà a offrire supporto a tutte le imprese lariane, aiutandole ad affrontare con fiducia questo nuovo anno che auspico possa essere di rilancio per tutti i settori. Sono fermamente convinto che solo restando uniti e coesi potremmo superare questo difficile momento.

 

L’ANDAMENTO DELL’ARTIGIANATO IN PROVINCIA DI COMO

La variazione tendenziale di produzione, ordini e fatturato del comparto artigiano nel 4° trimestre 2020 rimane negativa in entrambi i territori lariani, ma per la provincia di Lecco si registra un miglioramento rispetto al 3° trimestre, mente Como è in peggioramento: a Como produzione e ordini segnalano cali superiori ai 6 punti percentuali (rispettivamente -6,5% e -7,8%), mentre il fatturato diminuisce del 2,7% (in Lombardia: produzione -4,9%; ordini -6,1% e fatturato -4,5%). Da segnalare, altresì, un peggioramento rispetto alle variazioni tendenziali del 3° trimestre (quando la produzione aveva registrato un -2,8%; gli ordini -2,3%; il fatturato -0,7%). Tra i tre settori principali dell’economia comasca, solo il “legno-mobilio” evidenzia una crescita della produzione rispetto al 4° trimestre 2019 (+2%), mentre calano “tessile” (-27,9%), “meccanica” (-14,6%) e “gomma-plastica” (-4,3%). Negli altri comparti solo gli “alimentari” registrano un incremento (+8,7%), mentre diminuiscono “carta stampa” (-9,9%) e “siderurgia” (-4,3%). L’indice medio della produzione artigiana nel 4° trimestre 2020 si è attestato a 104,2 (media 2010=100); quello degli ordini a 121,1 e quello del fatturato a 120. I valori comaschi sono superiori alla media lombarda (produzione 97,5; ordini 89,7; fatturato 98,7). Rispetto a fine settembre 2020, l’occupazione è diminuita dell’1,7% e l’indice si è attestato a 94,8 (contro il -0,6% lombardo; l’indice regionale è a quota 97,1).

Analizzando l’intero 2020, produzione, ordini e fatturato delle aziende artigiane comasche registrano cali superiori ai 9 punti percentuali (rispettivamente -12,1%, -10,8% e -9,6%); ordini e fatturato diminuiscono meno della media lombarda (rispettivamente -12,4% e -11,6%), mentre la riduzione della produzione è leggermente superiore a quella regionale (-11,9%). L’occupazione nel comparto artigiano è diminuita del 2,3% rispetto alla media del 2019 (contro il -1,5% della Lombardia).



Print Friendly and PDF