Le Notizie di Confartigianato Como

ISA - APPROVATO UN INTERVENTO CORRETTIVO AL MECCANISMO APPLICATIVO DEL COEFFICIENTE INDIVIDUALE

Confartigianato, alla conclusione del percorso di validazione degli 89 ISA in evoluzione nel 2019, non ha espresso un proprio parere poiché non erano state date risposte soddisfacenti alle criticità sorte in sede di prima applicazione degli ISA per il periodo di imposta 2018. Tra le criticità, sollevate nel corso delle riunioni dello scorso 24 ottobre e 5 dicembre 2019, è risultata significativa quella relativa al meccanismo applicativo del coefficiente individuale. Si ricorda, in sintesi, che un coefficiente positivo evidenzia situazioni di maggior produttività mentre coefficienti individuali negativi evidenziano, simmetricamente, situazioni di marginalità rispetto allo stesso settore di appartenenza.

In concreto è stato evidenziato che un coefficiente individuale positivo, se da un lato contraddistingue favorevolmente l’azienda “per il passato”, tende, paradossalmente, ad elevare la stima dei ricavi e del valore aggiunto in relazione al periodo d’imposta di applicazione dell’ISA avendo come effetto collaterale indesiderato, spesse volte, quello di deprimere il voto ISA con riguardo a soggetti particolarmente performanti rispetto al settore di appartenenza. Il coefficiente positivo risulta particolarmente penalizzante nei confronti delle imprese che abbiano avuto una flessione importante dei ricavi nel periodo di imposta di applicazione degli ISA rispetto alla media dei ricavi degli otto periodi di imposta precedenti.

Confartigianato ha richiesto l’introduzione di un correttivo al meccanismo relativo all’applicazione del coefficiente individuale che tenga conto della flessione dei ricavi nell’anno di applicazione degli ISA rispetto alla media degli anni precedenti.

La richiesta è stata accolta: la Commissione, infatti, ha approvato un intervento correttivo che prevede l’adattamento del coefficiente individuale al verificarsi delle seguenti condizioni:

  • un ricavo/valore aggiunto dichiarato dalle imprese di importo minore a quello stimato;
  • un coefficiente individuale positivo (variabile pre calcolato dall’Agenzia delle Entrate)
  • una riduzione dei ricavi nell’anno di applicazione rispetto agli anni precedenti sui quali è stato calcolato il coefficiente individuale.

Al ricorrere di tali condizioni, il coefficiente individuale viene corretto in funzione della variabilità dell’andamento dei ricavi della singola impresa negli otto periodi di imposta precedenti.

Confartigianato valuta positivamente l’intervento che verrà eventualmente confermato a seguito degli esiti che ne scaturiranno in sede di applicazione degli ISA sul periodo di imposta 2019.



Print Friendly and PDF